fbpx
Magazine di notizie, attualità, cultura, viaggi e tradizioni

IL PESCE

Categoria: Nutrizione
IL PESCE

Il pesce è un alimento che ha un ottimo profilo nutrizionale: presenta proteine ad alto valore biologico, grassi (gli omega 3, di cui è particolarmente ricco il pesce azzurro, sono degli acidi grassi
essenziali importanti per la protezione da malattie cardiovascolari). E’ ricco anche di vitamine
del gruppo B, iodio, calcio, fosforo, magnesio, ferro, selenio e sodio.
Proprio per queste caratteristiche nutrizionali, è consigliabile consumarlo 2 – 3 volte la settimana.

Così come facciamo attenzione alla frutta e verdura di stagione, anche per il pesce vi
è una stagionalità di cui dobbiamo tenere conto sia per rispettare il ciclo vitale di ogni
specie, scegliendo quindi dei prodotti non di allevamento, sia per una questione economica. Rispettare il ciclo riproduttivo del pesce è importante perché se si pesca nei periodi dove i pesci sono in
riproduzione, il rischio è quello di danneggiare considerevolmente le specie pescate,
riducendone drasticamente il numero. Il calendario ittico è poco noto e molti non lo conoscono poiché hanno a disposizione durante tutto l’arco dell’anno branzini, orate, vongole, ecc. spesso provenienti da mari lontanissimi dal
nostro oppure da allevamenti intensivi. Gli allevamenti ci riforniscono sempre del p e s c a t o più prelibato
povero però dei principi nutritivi di cui godono, invece, i pesci provenienti dal mare aperto. Se si scelgono pesci
locali, vengono abbattuti i costi di importazione, trasporto e conservazione. Per fare una scelta più consapevole, è meglio acquistare dei pesci di piccola taglia che contengono anche meno inquinanti (ad es. il mercurio).
Se non si ha la possibilità di andare in pescheria, scegliete il pesce congelato facendo attenzione che
sia pescato e non di allevamento, prediligendo quelli a lisca. Se invece, volete congelare il pesce fresco,
una volta che è stato pulito dal pescivendolo, create delle porzioni e conservatele in sacchetti alimentari ben chiusi
e privi di aria. Il tempo di conservazione varia dai 3 mesi (per i pesci più grassi: salmone, sgombro…) ai 6 mesi (per
i pesci meno grassi: merluzzo, sogliola…)

 

Dott.ssa Azzurra Fini Dott.ssa Azzurra Fini
Biologa Nutrizionista
Tel. +39 328 8633173